Come sapete a Roma, come in altre città italiane, si terranno le elezioni per decidere chi sarà il Sindaco della quale Romolo fu il primo Re.

I sondaggi danno in vantaggio Michetti, da me soprannominato “Tarquinio il Superbo” a causa del suo far sempre riferimento all’antica Roma.

Per quanto riguarda il secondo posto sta accadendo una cosa molto interessante, la forbice tra Gualtieri e il candidato dell’alleanza liberal si sta facendo sempre più piccola.

Faccio notare che Gualtieri è sostenuto da 6 liste, mentre Calenda da 1 soltanto.

E’ proprio vero che quantità non è mai sinonimo di qualità.

 

 

Vogliamo dare la nostra solidarietà ad Isabella Conti pesantemente offesa, come vedete sopra questo tweet, dal presidente dei Giovani Democratici di Somma Vesuviana.

 

Caro Bettini ma veramente credi di aver fatto una grande dichiarazione alla festa del vostro amico Fatto?

Noi ci ricordiamo del vostro amore per Conte e delle vostre speranze che avevate per il conte ter, vi è andata male e vi siete ritrovati Draghi.

Comunque è stato un messaggio importante per chi non avesse ancora capito.

Il paese ormai è arrivato alla pazzia più totale, 2 medici che stanno cercando di convincere la gente a vaccinarsi vengono minacciati telefonicamente o tramite SMS.

Stiamo parlando dei dottori Presgliasco e Basetti ai quali va tutta la nostra solidarietà.

Non c’è obbligo vaccinale, ricordiamolo, ma la violenza e le minacce vanno condannate a prescindere.

 

Per l’Italia è il secondo titolo europeo, dopo quello del 1968.

Grandi meriti a Roberto Mancini che, dopo l’esclusione dal mondiale 2018, ha saputo rifondare ricostruire e motivare un gruppo.

La partita è iniziata male per gli azzurri che prendono goal al 2′ minuto dagli inglesi.

Il primo tempo non faceva immaginare una ripresa che ha visto una squadra completamente trasformata, nonostante giocassimo in uno stadio ovviamente avverso dove ci davano per spacciati.

Bonucci pareggia per l’Italia e da lì gli azzurri hanno cominciato a macinare gioco ed a creare occasioni da rete.

Si va ai rigori, e Donnarumma ne para 2.

 

Una dirigente del pd laziale, si è permessa di offendere Ivan Scafarotto nel modo che ben potete vedere.

E questa sarebbe la sinistra paladina dei diritti?

Neanche Salvini e Meloni non si sono mai sognati di utilizzare un linguaggio simile.

Lo voglio dire con chiarezza,  sono estremamente schifato.

Dobbiamo ringraziare la consigliera regionale di Italia Viva Marietta Tidei per aver segnalato il fatto.

L’Italia di Mancini supera la Spagna ai calci di gore dopo 120 minuti veramente sofferti.

La caratteristica tattica delle squadre di Luis Enrique è il possesso palla, ebbene questa caratteristica è stata molto evidente nella semifinale di Euro 2020.

Il possesso palla della Spagna è stato più  il doppio di quello della nostra nazionale( 79% vs 21%).

L’unica arma che poteva utilizzare la squadra di Mancini era il contropiede.

Al 60 del secondo tempo Chiesa porta in vantaggio gli azzurri con un bel tiro a girare “Insigne style”, all’80’ minuto pareggia la Spagna con una bella azione veloce finalizzata da Morata appena entrato.

Ai supplementari non accade nulla di rilevante e si va ai rigori.

L’Italia inizia male con l’errore do Locatelli, poi sbaglia anche Olmo che tira fuori, Belotti segna, Moreno segna come segnano Bonucci  Alcantara e Bernardeschi.

Morata, che aveva pareggiato in precedenza per la Spagna, si fa parare un rigore da Donnarumma.

E’ di Jorhinho il rigore che porta l’Italia in finale.

In finale affronteremo Danimarca o Inghilterra.

E’ stato molto bella la dedica della vittoria, da parte degli azzurri, a Spinazzola che, come sapete tutti, ha dovuto abbandonare l’europeo a causa di un brutto infortunio.

Gli azzurri di Mancini dimostrano ancora una volta di essere una grande e unita squadra.

Il Belgio parte bene attaccando sin da subito gli azzurri, ma il portiere Donnarumma non si fa sorprendere.Dopo le difficoltà del primo quarto d’ora gli azzurri comincio a “prendere le misure” all’avversario ed a creare occasioni da rete.

L’Italia passa in vantaggio al 31′ del primo tempo con un bel diagonale di Barella,poco prima della fine del primo tempo Insigne porta l’Italia sul 2-0 con il famoso tiro a girare.

Il Belgio accorcia le distanze su un discutibile rigore dove segna il bomber dell’Inter Lukaku.

Unica nota stonata della serata l’infortunio a Spinazzola, per lui purtroppo l’europeo finisce qui, sarà interessante capire chi metterà Mancini sulla fascia sinistra al posto dell’attuale giocatore della Roma.

L’Italia affronterà Martedi la Spagna, la quale ha battuto nel pomeriggio la Svizzera ai rigori, in una semifinale che si preannuncia molto interessante.