Jorjinho

L’Italia di Mancini supera la Spagna ai calci di gore dopo 120 minuti veramente sofferti.

La caratteristica tattica delle squadre di Luis Enrique è il possesso palla, ebbene questa caratteristica è stata molto evidente nella semifinale di Euro 2020.

Il possesso palla della Spagna è stato più  il doppio di quello della nostra nazionale( 79% vs 21%).

L’unica arma che poteva utilizzare la squadra di Mancini era il contropiede.

Al 60 del secondo tempo Chiesa porta in vantaggio gli azzurri con un bel tiro a girare “Insigne style”, all’80’ minuto pareggia la Spagna con una bella azione veloce finalizzata da Morata appena entrato.

Ai supplementari non accade nulla di rilevante e si va ai rigori.

L’Italia inizia male con l’errore do Locatelli, poi sbaglia anche Olmo che tira fuori, Belotti segna, Moreno segna come segnano Bonucci  Alcantara e Bernardeschi.

Morata, che aveva pareggiato in precedenza per la Spagna, si fa parare un rigore da Donnarumma.

E’ di Jorhinho il rigore che porta l’Italia in finale.

In finale affronteremo Danimarca o Inghilterra.

E’ stato molto bella la dedica della vittoria, da parte degli azzurri, a Spinazzola che, come sapete tutti, ha dovuto abbandonare l’europeo a causa di un brutto infortunio.